lunedì 16 giugno 2014

Tutto facile per la Francia di un super Benzema: 3-0 all'Honduras




Sfatando un tabù che '98 le impediva di vincere la gara d'esordio al Mondiale, la Francia ha cominciato con il piede giusto il suo cammino in Brasile battendo senza patemi un Honduras troppo rinunciatario. Dopo la vittoria della Svizzera nell'altra partita del girone E, la squadra di Didier Deschamps non poteva sbagliare l'attacco ma contro una squadra che finora non ha mai vinto una partita in coppa del Mondo portare a casa il bottino pieno non è stato complicato per i Bleus, troppo superiori in qualità.
Protagonista della serata è stato Karim Benzema, autore di una doppietta e mezza - la terza rete è stata assegnata come autogol al portiere dell'Honduras Valladares dalla goal-line technology, all'esordio 'ufficialè nel torneo, ma il pallone era partito dal suo piede -, ma tutta la Francia ha girato senza sforzo, brillando in particolare con Matuidi e Valbuena, vero motore del centrocampo, mentre Pogba non è stato all'altezza delle attese.
L'Honduras ha cercato di limitare i danni presidiando la sua metà campo e usando spesso le maniere rudi, mentre i Bleus avanzavano senza fretta alla ricerca del varco giusto. Il primo brivido per Valladares è arrivato al quarto d'ora, quando su conclusione ravvicinata di Matuidi è riuscito a smanacciare il pallone sulla traversa. Sempre il legno lungo, al 23', ha salvato ancora l'Honduras su colpo di testa di Griezmann, scelto da Deschamps per occupare la fascia sinistra dell'attacco data l'assenza di Ribery.
Poco dopo, Pogba è stato toccato duro da Palacios e ha reagito scalciando, rimediando un'ammonizione come il suo avversario. L'honduregno è tornato protagonista in negativo nel finale del tempo, quando al 43' è intervenuto in area alle spalle dello juventino e l'arbitro ha fischiato il rigore. Palacios è stato espulso e Benzema dagli 11 metri non ha sbagliato, spalancando la partita ai francesi.
Già al 3' della ripresa, l'attaccante del Real si è ripresentato dalle parti di Valladares: sul suo tiro il pallone ha colpito un palo e un intervento maldestro del portiere lo ha sospinto in porta. Nel dubbio è intervenuta la Goal-line technology, che ha confermato il gol, assegnandolo a Valladares. Ridotto in 10, l'Honduras non ha potuto fare altro che assistere al fraseggio dei francesi, concretizzato per la terza volta ancora da Benzema al 27', abile a sfruttare un rimpallo in area. «Vincere al debutto è fantastico», ha detto alla fine Deschamps. Da tanto non accadeva, e può essere un bel segnale per i Bleus.
Le immagini della 'goal line technology' risolvono il caso. Dopo aver toccato il palo, compare una simulazione via computer accompagnata da un rettangolo rosso con la dicitura 'no goal', a conferma che la palla non è entrata. Diverso l'esito dopo il tocco di Valladares: rettangolo verde con la dicitura 'goal'.

Post più popolari

Google+ Followers