martedì 19 gennaio 2016

Vanni di Onigo, il sosia veneto di Di Caprio: "Tutte vogliono un selfie con me"

Al suo passaggio le folle si aprono, come neanche il Mar Rosso. Ragazzine in crisi ormonale si danno gomitate, "milf" in tacco 12 inarcano il soppracciglio, casalinghe drogate dalla D’Urso lo inseguono nei vicoli. Chi è? Vanni Dalla Zanna di Onigo. Il destino gli ha dato la faccia di Leonardo Di Caprio.



Non quella in versione patinata, stile Grande Gatsby, per capirsi. Bensì quella pacioccosa del Leo in tuta, whisky in mano e fotomodella al traino. 
«Tutto è esploso con Django Unchained - esordisce Vanni - Quando ero ragazzino la cosa era più sotto controllo. Certo la somiglianza era già notevole e più volte mi è servita per rimorchiare. Ma dopo il film di Tarantino ovunque vado, soprattutto all’estero, mi chiedono una foto». L’unica free zone per Vanni è rimasto il Veneto. «Qui non mi disturba nessuno. A Venezia, invece, sono l’ossessione delle giapponesine».

Post più popolari

Google+ Followers