giovedì 4 agosto 2016

Justin Bieber rifiuta 5 milioni da Donald Trump: niente concerto per i Repubblicani

L'offerta sul piatto era di ben cinque milioni di dollari, per soli 45 minuti di esibizione, ma Justin Bieber ha detto no a Donald Trump. A quanto riporta il sito di gossip americano "TMZ.com", la popstar ha rispedito al mittente la proposta di esibirsi alla convention repubblicana a 



Cleveland, durante la quattro giorni che ha ufficializzato la nomination del magnate come candidato numero uno tra i repubblicani alla corsa per la Casa Bianca.
Per la performance Bieber sarebbe stato pagato a peso d'oro, circa 112mila euro al minuto, ma il suo manager Scooter Braun (fervente sostenitore di Hillary Clinton) avrebbe suggerito al cantante di declinare l'invito.
Il cantante ha deciso di tenersi lontano dalla politica, riservando le doti canore solo alle sue fan che lo venerano come un idolo. Ultima in ordine di tempo un'ammiratrice, che ha passato il compleanno dei suoi 18 anni in auto davanti alla casa della star pur di vederlo. La ragazza si trovava su una strada pubblica, quindi nessuno poteva costringerla ad andarsene, e ha deciso di terminare l'appostamento (durato ben 12 ore) solo dopo che Justin è sceso ad abbracciarla. Un'avventura da raccontare agli amici, ma niente selfie o testimonianze fotografiche visto le rigide regole imposte dalla star in materia di privacy.

Post più popolari

Google+ Followers