martedì 6 settembre 2016

"Mia moglie ha un tumore, lascio il basket per starle vicino": l'amore prima di tutto

La gioia dell'arrivo di un figlio stroncata dalla notizia più drammatica: «Sua moglie ha un tumore al cervello». E poi quella prova d'amore che lo rende ancora più campione, sul campo e nella vita:  Jrue Holiday, 26 anni, giocatore di basket con i Pelicans a New Orleans ha deciso che salterà la prima parte della stagione per stare vicino alla moglie, Lauren Cheney, ex stella della nazionale Usa di calcio, conosciuta ai tempi di Ucla e sposata nel 2013.




«Il basket è importante ma la famiglia, ovviamente, viene prima di tutto», ha detto senza mezzi termini Holiday. Perciò, d’accordo con il club «che ha mostrato massima disponibilità e comprensione», ha deciso di prendersi «un periodo indefinito di aspettativa».  
La storia d'amore di Lauren e Jrue sembra un film, si conoscono ai tempi dell'universitrà, tutti e due bellissimi e innamorati dello sport, di cui condividono successi e sacrifici. Poi si sposano e finalmente il coronamento di un sogno: l'arrivo della prima bimba, una femminuccia. Ma qualcosa a giugno va storto. Quando Lauren è incinta di 5 mesi, il dramma; un continuo, fortissimo mal di testa costringe la donna a sottoporsi a una risonanza magnetica e l’esito è agghiacciante: tumore al cervello. «Siamo devastati» riesce a dire il marito. La buona notizia è che il cancro, circoscritto alla parte destra, appena sopra la cavità orbitale, è operabile: Lauren verrà fatta partorire il prima possibile, probabilmente a fine settembre, all’ottavo mese, per poi potersi sottoporre all’intervento chirurgico e alla chemioterapia.
Di qui la decisione, la più naturale: Jrue Holiday sta prendendo congedo a tempo indeterminato dal club Nba per prendersi cura di sua moglie. «Stiamo tutti pregando perché il loro primo figlio nasca sano e che ci sia un intervento chirurgico di successo per Lauren», ha detto il direttore generale dei Pelicans.
Lauren Cheney, che si è ritirata dal calcio l'anno scorso, è stata tra i giocatori più rispettati al mondo nel calcio femminile nel corso di una carriera evidenziata da medaglie d'oro olimpiche con la squadra nazionale degli Stati Uniti nel 2008 e nel 2012 e un titolo di Coppa del Mondo FIFA nel 2015. La centrocampista ha giocato in 133 partite per la squadra degli Stati Uniti , segnando 24 gol . Ha giocato anche professionalmente nel NWSL, vincendo un campionato con l'FC Kansas City nel 2015 .  
«Continuerò ad allenarmi per conto mio - ha dichiarto il campione dei Pelicans - sperando di tornare il più presto possibile. Cioè quando Lauren e la bambina staranno bene e noi saremo di nuovo una famiglia felice».

Post più popolari