mercoledì 1 marzo 2017

Enzo Iacchetti si confessa: "Ezio Greggio all'inizio ha cercato di annientarmi"

“La farò con Greggio. All'inizio mi chiamava Iannuzzi e per senso animalesco del palco, forse, mirava inconsciamente ad annientarmi”, a breve Enzo Iacchetti festeggerà i 30 anni di “Striscia la notizia”: 



“Abbiamo trovato in fretta un punto di incontro e da allora – ha fatto sapere in un’intervista a “Il fatto quotidiano” - nonostante le tante diversità caratteriali, abbiamo imparato a rispettarci. Striscia è tra le poche cose che farò in tv e poi forse a 70 anni, la tv non la farò più. I giovani cercano spazio. È giusto che ci sia un ricambio, Barbara D' Urso a parte. Lei sarà lì fino a 150 anni perché qualcosa ha capito”.
Il successo è arrivato grazie a Maurizio Costanzo: “Conoscendo Costanzo. Gli proposi canzoni bonsai, componimenti demenziali di 20 secondi. A Costanzo piaceva l'idea e gli piaceva che sul palco del Teatro Parioli, ai tempi di Sgarbi che mandava a far in culo chiunque, ci fosse un personaggio non aggressivo. Dopo la prima puntata, Maurizio capì che potevo dargli tanto perché i miei intermezzi gli permettevano di cambiare tono e discorso. Mi chiuse in una stanza e mi fece capire che se mi fossi impegnato sui testi sarei durato a lungo. "Vieni in trasmissione il 12, il 14, il 18, il 21, il 23 e il 27 - mi disse - ti chiudi al Parco dei Principi e io ti do 500 mila lire a puntata".

Post più popolari